Trump, 529 milioni di dollari in 15 mesi: così funziona l’impero del tycoon

Dal gennaio del 2016 all’aprile scorso, periodo che comprende dunque anche i primi tre mesi alla Casa Bianca, Donald Trump ha incassato 529 milioni di dollari. È quanto emerge da un documento di 98 pagine diffuso dall’Ufficio etico federale americano, che elenca in dettaglio redditi ed entrate del presidente degli Stati Uniti, chiarendo meglio i contorni del suo vasto impero finanziario.

f_trump_release2_161123.nbcnews-ux-1080-600

Dal documento firmato dallo stesso Trump tre giorni fa, emerge che, nei 15 mesi considerati, solo dalle attività dei suoi golf club ha incassato 288 milioni di dollari, mentre il resort di Mar-a-Lago, la Casa Bianca della Florida, dove ha ospitato molti leader stranieri, tra cui il presidente cinese Xi Jinping, gli ha fruttato 37,2 milioni, 7,4 milioni in più rispetto a quanto dichiarato nel maggio del 2016.
Poco meno di 20 milioni di dollari, per la precisione 19,7 milioni, sono le entrate provenienti dal suo hotel di lusso Washington, aperto nel settembre scorso, al centro di contestazioni per il possibile conflitto di interesse, con l’idea che alcuni governi stranieri possano preferire questo albergo in omaggio al presidente. Oltre sette milioni di dollari sono invece arrivati a Trump per i diritti d’autore, tra cui 1,5 milioni per il libro «Great again: how to fix our troubled America», mentre 11 milioni li ha incassati con l’organizzazione di Miss Universo.

George Michael, l’atroce racconto del fidanzato: “L’ho trovato morto nel letto”

«E’ un Natale che non dimenticherò più: trovare il tuo partner morto pacificamente nel suo letto. Mi mancherai per sempre». E’ il tweet di Fadi Fawaz, compagno di George Michael, comparso alle 6 di mattina dopo la notizia della morte della popstar. George Michael, 53 anni, sarebbe morto per infarto nel sonno mentre trascorreva le vacanze di Natale nella sua casa di campagna in Inghilterra.

40090741

In molti su Twitter hanno espresso il loro dolore per la morte dell’artista, amatissima icona del pop anni ’80, dai Wham! alla carriera solista. E tra loro c’era anche Fadi, parrucchiere vip e compagno di George Michael da qualche tempo. «E’ stato un periodo un po’ complicato ultimamente – ha detto Fawaz al Daily Telegraph – ma George aspettava Natale con impazienza. Voglio che le persone lo ricordino per quello che era: una persona meravigliosa».

“Sesso orale se vince il no”: ora mantiene le promesse e organizza un tour

Le promesse fatte saranno mantenute: lo garantisce Paola Saulino, che aveva invitato a votare il no al referendum in cambio di sesso orale. Come aveva fatto Madonna per sostenere Hillary Clinton alle Presidenziali Usa, solo che questa volta la Saulino dovrà accontentare davvero chi ha votato no bocciando definitivamente la riforma.

referendum-costituzionale-paola-saulino-fa-una-promessa-hot-a-chi-vota-no-601x420

La showgirl spiega sui social come farà e annuncia un tour con tappe e date ben precise.
Dieci, le tappe annunciate finora: la prima a Roma il 7 gennaio, l’ultima a Palermo il 21 gennaio, il 17 dello stesso mese a Napoli. Per selezionare gli aventi diritto spiega: “Verranno prese in considerazione le mosse fatte sui social a favore della causa (condivisioni, schieramenti, stati) visto che ormai i social rappresentano il nostro punto di vista . Da ciò, e dalle prenotazioni (se siete stati in grado di prenotarvi) verranno tratte le conclusioni”. “Intanto – conclude – io mi alleno”.

La youtuber Sofia Viscardi: “I miei video piacciono perché racconto cose vere”

Youtube è un universo parallelo in cui nascono e crescono stelle luminosissime. Una di queste è Sofia Viscardi, bionda 18enne che a suon di video ha conquistato la fiducia di un vasto pubblico: più di 661.000 iscritti al canale del Tubo, dove le visualizzazioni totali hanno superato quota 52 milioni, 1,3 milioni di followers su Instagram, 464.000 seguaci su Twitter e 195.000 su Facebook.

maxresdefault

Si rivolge agli adolescenti come lei ma la ragazza ha altre frecce in faretra, come dimostrano la partecipazione al programma tv di Corrado Augias Quante Storie e il romanzo Succede, che con più di centomila copie vendute arriverà a breve sul grande schermo.
Davanti alla platea dello IAB Forum 2016 ha menato le danze spiegando come è riuscita a imporsi con uno strumento di facile accesso ma difficile consenso come Youtube. «Il grande seguito fa piacere, non ci si abitua mai ed è gratificante ma per me è cambiato poco, nel senso che continuo a dividermi tra la scuola e i miei video, interagendo con i miei fans e frequentando le mie cinque amiche del cuore».
Come e quando è nata la passione per i video?
«Ho guardato tantissime clip sul Tubo, così un giorno ho pensato di farne uno. Il difficile era però trovare chi lo guardasse, poi invece gradualmente sono arrivate tante visite e perciò sono andati avanti».
Quanto e cosa richiede la preparazione di un filmato?
«Mio zio fotografo mi ha insegnato le basi per utilizzare una camera, così sono riuscita a superare i primi impacci e fare video, una pratica che, anche oggi che sono più esperta, richiede almeno una o due ore di tempo».
Essere un modello per tante coetanee è un onore o un peso?
«Nessun peso, sono una giovane ragazza con dei sogni e delle passioni, cui piace confrontarsi con gli altri ma che non bada alle critiche perché sono testarda e decido cosa fare senza farmi influenzare».
Obiettivi futuri?
«La maturità è la priorità, poi viaggerò in attesa di capire cosa fare all’Università».