Morata e Alice sposi: il «Sì» è tra 400 ospiti con gli amici del bomber “Real” e della modella

Oltre 400 ospiti (per l’esattezza 415) per un matrimonio da fiaba. È iniziata sotto il sole con una mezzora di ritardo la cerimonia che ha unito la fashion blogger Alice Campello con Alvaro Morata, il bomber del Real Madrid. Attorno alla basilica del Redentore alla Giudecca, circa 200 fan e tifosi fermati da alcune transenne.

213123906-c8ba9ecb-a6f9-45f8-85aa-a836b1f29395

Doveva iniziare alle 17, ma la sposa è scesa dalla barca, sulla riva, alle 17.30. Un’attesa che è valsa la pena tra i tanti colori degli abiti degli invitati che l’avevano preceduta: Alice è arrivata in abito bianco a sirena con un lunghissimo strascico, coperta dal velo e con uno scollo a cuore, tutto ricamato di perline e Swarovski, accompagnata dal padre Andrea, il titolare della concessionaria Campello Motors.
Alvaro era sceso poco prima, in smoking blu con papillon, accompagnato dalla madre Susana. Tra gli ospiti vip il calciatore della Juventus Simone Zaza e la fidanzata Chiara Biasi, i calciatori Nacho Fernandez, Isco e Daniel Carvajal. E ancora…

Juventus, la sconfitta nelle lacrime di Pirlo. Sogno mancato, Pogba lo consola

La Champions League parla spagnolo e mentre il Barcellona conquista il suo Triplete con campionato e Coppa di Spagna, in casa Juventus si tenta di assorbire il colpo. Palpabile – dopo il fischio finale – la trastezza sul campo bianconero.

20150607_99671_pirlo1Difficilmente i tifosi potranno dimenticare le lacrime e la disperazione di Andrea Pirlo, mentre Xavi alzava la la coppa da capitano nella sua ultima partita con la maglia blaugrana. Il regista bianconero ha pianto, tanto, senza nascondere la delusione per il sogno mancato. E con lui anche Tevez, Vidal, Morata e Bonucci. E poi ancora Pogba abbracciato a Nedved, e tutta la panchina chiusa in un triste silenzio.

Sorride alla Juventus l’andata della semifinale di Champions contro il Real Madrid

Allo Stadium di Torino i bianconeri si impongono per 2-1 contro i campioni in carica, dopo un match combattuto ma ben giocato dagli uomini di Allegri.

20150505_97044_asasasasIl vantaggio bianconeri arriva dopo pochi minuti con l’ex Morata, abile a ribadire in rete una respinta di Casillas su un tiro di Tevez. Ma dopo la rete dello spagnolo i galacticos iniziano a giocare, trovando il pareggio con il solito Cristiano Ronaldo e sfiorando il raddoppio con James Rodriguez, fermato dalla traversa. Nella ripresa la Juve sembra … Continua>>>